La maggiore impennata nella presenza del biossido di azoto si è registrata a partire dal 1945. Nello stesso periodo la presenza del metano è aumentata del 150 %. L'aumento di tali sostanze ha alterato la capacità della fascia di ozono di proteggere la superficie della Terra dai raggi ultravioletti ed ha incrementato il livello di acidità degli oceani. In futuro potrebbero anche verificarsi ulteriori cambiamenti che la scienza non è ancora in grado di prevedere. Per rendere il quadro ancor più complesso si stanno affacciando anche nuovi fenomeni che riguardano da vicino il cambiamento ambientale globale. C'è stato bisogno di coniare un nuovo termine che descriva l'inquietante correlazione potenzialeù tra i Gas che causano l'Effetto Serra e il Riscaldamento Globale: l'Offuscamento Globale

L'effetto cumulativo di queste circostanze prodotte dall'uomo ha squilibrato al massimo l'ecosistema terrestre e le possibilità di un ritorno indietro sono remote mentre è altamente possibile il verificarsi di una serie di cambiamenti che portino al caos ambientale. I governi delle varie nazioni, gli scienziati ed il pubblico non hanno ancora raggiunto un consenso generale sul tipo di coordinamento globale da raggiungere per fermare le alterazioni sotto i nostri occhi. Previsioni come quella dell'estinzione degli orsi polari nell'arco di 25 anni o di un aumento drammatico dei tumori della pelle non sembrano avere effetto sulle leggi emanate dai politici o sulla capacità della gente di percepire il pericolo imminente.

Come un cervo che resta paralizzato di fronte ad una macchina che sta per investirlo, noi rimaniamo inerti. E' possibile raggiungere un cambiamento generale di coscienza talmente enorme da salvare il pianeta da tale catastrofe irreversibile nel breve arco di una generazione, oppure siamo una specie condannata all'autodistruzione? Un tale cambiamento culturale e sistemico avrebbe poco da spartire con le industrie, le iniziative dei governi o con gli accordi internazionali; esso dovrebbe riguardare un totale ribaltamento della coscienza da parte delle creature più pericolose sulla faccia della Terra, gli uomini, che dovrebbero pentirsi delle proprie azioni e chiedere scusa al pianeta. Solo essi possono cambiare la situazione, ma molti temono che sia già troppo tardi.